Il Feel Good Festival 2015 non si terrà. Il Comune di Abano Terme non conferma.


Questo l’esito della lunga attesa in merito al calendario delle manifestazioni sul territorio termale.

fgf5Il Comune di Abano Terme non conferma la proposta del Consorzio Terme Euganee per la seconda edizione della manifestazione.

La manifestazione leader dell’anno passato, che in 4 giorni ha convogliato alle Terme Euganee 60.000 visitatori grazie ad eventi in tutti i comuni termali con protagonisti del calibro di Cristiana Capotondi, Candida Morvillo, Federico Moccia, Alessandra Celentano, Antonino Di Pietro, Nicola Sorrentino, Manolo, Marco Bianchi, i disegnatori di Topolino e molti altri, non può ritenersi confermata per il prossimo agosto.

 

“Purtroppo non ci resta che cancellare la possibilità di una seconda edizione del Feel Good Festival prevista per quest’anno secondo i temi legati alla salute e all’alimentazione, sulla scia di Expo – spiega la Presidente del Consorzio Terme Euganee, Angela Stoppato. – Nei propositi del Consorzio, condivisi con le Amministrazioni Comunali e le maggiori categorie del territorio, l’obiettivo era quello di una programmazione triennale, poi non confermata in questo secondo anno di vita del progetto.

fgf4Il Commissario di Montegrotto Terme ha rinnovato anche durante l’incontro della scorsa settimana relativo alle manifestazioni la sua volontà di sostenere una seconda edizione per il prossimo agosto, mentre dal Comune di Abano due giorni fa è pervenuta la negazione di contributo a causa di difficoltà di bilancio.

Il Feel Good Festival, vista la complessità ed il numero degli eventi, quasi un centinaio nella passata edizione di cui oltre 50 ad Abano Terme, non è una manifestazione che può essere improvvisata in due mesi, né a metà budget. Risulta davvero proibitivo pensare di fare una manifestazione dagli stessi esiti e dalla stessa dignità del 2014 in 60 giorni a costi dimezzati.

Mi rammarica pensare che si trattasse di una delle poche manifestazioni che non si esauriva in un giorno, attirava turisti, aveva grande risonanza nazionale e davvero nasceva dalle nostre peculiarità, esprimendoci come prima area per la salute preventiva in Europa, grazie ad una serie di eventi dedicati allo star bene, allo sport, alla musica, agli stili di vita, adattati alle diverse fasce d’età del numeroso pubblico presente”.

Con la campagna di comunicazione collegata al Feel Good Festival, infatti, si sono raggiunti 8 milioni e mezzo di persone grazie alla pianificazione nazionale su La 7 per tre settimane in apertura dei TG delle 20, su Corriere della Sera e sui giornali del gruppo L’Espresso.

fgf1Il sito www.feelgoodfestival.it ha registrato circa 80.000 pagine visitate a lungo, mentre le pagine Facebook hanno toccato soglia 130.000, così come l’allora sito di destinazione www.abanomontegrotto.it ha registrato nei mesi di agosto e settembre 2014 un incremento del 70% delle visite legate alle offerte di soggiorno.

“Spiace davvero – spiega il Presidente dell’Associazione Albergatori Termali Abano Montegrotto, Emanuele Boaretto – perché si è trattato della manifestazione che ha ottenuto i maggiori consensi da parte degli ospiti in primis, ma anche dalle Istituzioni, enti, categorie ed associazioni, tutti ampiamente coinvolti. Un evento che ha fatto molto parlare di noi sulle reti televisive e su tutti i quotidiani nazionali come le Terme protagoniste di un benessere a tutto tondo.

Già da qualche mese molti ospiti ci hanno contattato per prenotare la loro stanza in corrispondenza del Festival, al quale avevano partecipato e che avevano particolarmente apprezzato lo scorso anno. Rischia di essere un autogol promozionale clamoroso il fatto di non riconfermare l’evento che maggiormente ha rappresentato e spettacolarizzato le Terme Euganee”.

Lascia un commento