Simone Perrotta alle Thermae Abano Montegrotto per l’AIC CAMP


SIMONE NEL TEAM TECNICO DELL’ AIC CAMP PER I GIOVANI CALCIATORI 

Il centrocampista campione del mondo nello staff formativo del camp aponense.

Perrotta: “Solo a furia di errori si diventa campioni del mondo ed è questo il messaggio che ho la responsabilità di trasmettere ai più giovani”.

È iniziato lunedì 13 giugno e continuerà fino a domani venerdì 17 l’AIC Camp organizzato dall’Associazione Italiana Calciatori ad Abano presso lo stadio delle Terme di Monteortone, secondo un progetto condiviso con il Comune di Abano Terme e l’Assessorato allo Sport.

Si tratta di uno stage estivo di calcio in collaborazione con il Comune di Abano Terme che propone l’attività sportiva in un contesto di vacanza e animazione a ragazzi delle scuole elementari e medie, dai 7 ai 13 anni.

All’allenamento tecnico con metodo per fasi, tra gioco ed esercitazioni, in questo contesto si associano i valori proposti durante i laboratori educativi, per contribuire a sviluppare nei giovani le “competenze di vita” quali il fair play, le regole, il rispetto delle persone.

Il team tecnico, all’interno dello staff formativo, è stato impreziosito negli ultimi due giorni della settimana di Simone Perrotta, il giocatore Campione del Mondo con la Nazionale Italiana di Germania 2006, cresciuto nelle fila della Reggina per approdare poi nella Juventus, nel Bari, nel Chievo e diventare protagonista nelle ultime nove stagioni di carriera, dal 2004 al 2013 della Roma.

Lo stesso Perrotta ha spiegato: “Da allenatori, genitori, dirigenti abbiamo una grossa responsabilità di fare qualcosa per questi ragazzi ed attraverso lo sport abbiamo il mezzo che può veicolare i messaggi di educazione più positivi.

Da un paio d’anni collaboro con AIC in qualità di responsabile del dipartimento Junior, rispondendo con gioia all’invito del Presidente Damiano Tommasi. Mi piace confrontarmi con la passione di questi bambini, vederli fare gruppo, integrarsi, ma anche sbagliare.

A furia di errori sono diventato campione del mondo ed il mio messaggio per tutti loro è un incoraggiamento ad osare, perché saranno proprio gli errori a migliorarli e farli crescere”.

“Ringrazio il Responsabile AIC Camp Luca Milocco per avere pensato ad Abano Terme come sede di un progetto così ambizioso che coinvolge quest’anno circa 65 ragazzi, un numero raddoppiato rispetto allo scorso anno,ha dichiarato Angelo Montrone, Assessore allo Sport del Comune di Abano Terme – ed altrettanto sono grato ad U.S. Giarre, G.s.d. San Giuseppe, A.s.d. Due Monti Abano per la collaborazione.

Per il Comune di Abano Terme e per l’Assessorato che rappresento è stato un piacere oltre che un onore condividere un progetto così importante con l’Associazione Italiana Calciatori. Forte è la richiesta di fare 15 giorni di Camp in una modalità diversa dal solito, dove dare importanza sia all’aspetto tecnico che ai valori sempre più importanti da trasmettere, con testimonial come Perrotta e Paganin. Poter vantare tra i tacchetti che hanno pestato l’erba dello Stadio delle Terme, quelli del Campione del Mondo Simone Perrotta, è per noi motivo di vanto e di grande gioia. La loro presenza sul territorio è stata anche per me un piacevole ricordo del passato e di mille sfide sul campo ricche di calcio e valori. ”.

“Dopo il Torneo Internazionale di Calcio Giovanile Città di Abano Terme, è ancora una volta il calcio a rendersi protagonista promuovendo la nostra destinazione negli ambienti sportivi – ha affermato la Presidente del Consorzio Terme Euganee, Angela Stoppato. – Le nostre Terme ben si prestano per questo tipo di eventi ed è per noi un’occasione importante per fare conoscere ai più piccoli anche la risorsa termale del luogo, la prima area per la salute preventiva, concetto da sempre chiave per ogni tipo di esperienza sportiva. Ringraziamo Simone Perrotta per averci onorato della sua presenza ed auspichiamo si possano presentare ancora molte di queste occasioni”.