70 TOUR OPERATOR DA TUTTO IL MONDO IN VISITA ALLE THERMAE ABANO MONTEGROTTO


WORLD TOURISM EXPO 2016

Stoppato: “Ad averli impressionati è stata la vicinanza alla città di un’oasi termale e naturalistica in cui vivono in perfetta armonia aspetti tradizionali ed innovativi dell’offerta turistico-culturale”

Si è concluso domenica 25 settembre il Salone Mondiale del Turismo a Padova, il WTE WORLD TOURISM EXPO 2016 che da venerdì 23 ha raccolto per il 3° anno consecutivo le Città e Siti Patrimonio UNESCO sotto il titolo Tutti i Colori del Mondo.

wte-t-oOltre alla partecipazione di alcune strutture termali al Salone internazionale organizzato come di consuetudine all’interno del Palazzo della Ragione, 70 Tour Operator hanno fatto una visita coordinata da Jockey Viaggi alle Thermae Abano Montegrotto per una giornata alla scoperta del Parco Regionale dei Colli Euganei, delle sue attrazioni e della 1^ area per la salute preventiva.

Nella mattinata di sabato, i 70 Tour Operator sono stati accolti presso gli uffici IAT di Montegrotto Terme dal Sindaco Riccardo Mortandello e dalla stessa Presidente del Consorzio Terme Euganee, Angela Stoppato, per una presentazione del territorio e delle terme, per poi passare alla visita di due strutture alberghiere, di Y-40 The Deep Joy, di Villa Vescovi e dell’Abbazia di Praglia.

La giornata è continuata con la visita al Museo fotografico del Consorzio Vini Doc Colli Euganei, dove sono stati accolti dal Sindaco di Vo’, Vanessa Trevisan, che ha invitato gli ospiti ad integrare la loro programmazione inserendo negli itinerari le diverse proposte con cui i Colli Euganei impreziosiscono l’area termale. In questo contesto, i TO hanno effettuato un percorso conoscitivo delle produzioni dei Colli con spiegazione e degustazione di vini e l’assaggio di un Menù dedicato alle tipicità dei prodotti dei Colli, al quale gli ospiti hanno risposto con grande entusiasmo.

Gli operatori, provenienti da Italia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Regno Unito, Russia, Spagna, ma anche da Canada e Stati Uniti – spiega la Presidente Stoppato – hanno espresso interesse non solo per il turismo culturale inteso come città d’arte, ma anche per il turismo sostenibile legato alla natura, all’enogastronomia, all’archeologia, alla terza età, nonché agli aspetti concernenti gli eventi e l’incentive, tutte materie che trovano un’ottimale collocazione nel nostro territorio.

Ad averli maggiormente impressionati è stata la perfetta armonia tra gli aspetti più tradizionali dell’offerta turistico-culturale, come quelli legati agli scavi termali ed alle dimore storiche, e gli ambienti più innovativi, come quello della piscina più profonda al mondo, nonché il fatto che ad un passo dalla città si trovi un polmone verde come quello dei Colli Euganei, che a pochi minuti di distanza consente di svolgere attività naturalistiche, sportive ed enogastronomiche di sempre maggior interesse per il turista.

Alcuni di loro, venuti a conoscenza solo ora del nostro territorio, hanno già manifestato l’interesse ad inserire Terme e Colli nelle future programmazioni, mentre molti altri hanno segnalato di avere scoperto solo ora le nuove opportunità e motivazioni di un viaggio nel nostro territorio”.